Gesù scese dal monte con i Dodici

fr flag
zh flag
en flag
it flag
pl flag
es flag
CLIQUER SUR LA LANGUE DESIREE

“Che Gesù ci prenda in grazia, ci benedica e ci diriga verso beni eterni”

Letture: Sesta Domenica del Tempo Ordinario

“Beati i poveri! Che disgrazia per voi ricchi! ” (Luca capitolo 6)

Fratelli diletti, i testi liturgici di questa sesta domenica del tempo ordinario dell'anno C danno uno sguardo alla “ricerca della felicità o della sete di felicità”. Pertanto, questa ricerca della felicità può essere riassunta solo nel messaggio cristiano. Perché “il cristiano è, o dovrebbe essere, l'uomo delle beatitudini. I grandi santi hanno vissuto questi paradossi, essendo felici nella povertà, negli indigenti, nel dolore, nell'odio, nell'insulto, nell'esclusione. Questo non e' dolorismo. Perché è veramente felicità, e anche vera felicità.

Sarebbe un'utopia irrealistica se Cristo, che ha insegnato le beatitudini, non le avesse vissute personalmente, nemmeno nella sua carne” (Messale delle domeniche 2019).

Per Gesù, la vera felicità non è solo avere tutto

prende la vita. Ma la vera felicità è ricevuta da Dio. E' per tutti

coloro che confidano in Allah. Le beatitudini che leggiamo oggi sono prima una nuova traccia di questa fondamentale opposizione tra poveri e ricchi. Questa lacuna sta nella capacità di distacco dal bene materiale da attaccare a Dio. Per ascoltare San Luca, si potrebbe pensare che Dio non abbia rispetto per i “ricchi”. Ma per fare una tale lettura, non è vero, per deridere la misericordia di Dio?

Fratelli, siamo tutti invitati ad accogliere questi testi biblici come invito alla conversione, chiamata a mettere tutta la nostra vita in

accordo con il vangelo delle beatitudini. È attraverso l'amore e la misericordia che saremo riconosciuti come discepoli di Cristo. Lo supplichiamo: ci dia forza e coraggio per rimanere fedeli alla testimonianza che si aspetta da noi. Che poi ci prenda in grazia, ci benedica e ci diriga verso i beni eterni.

Padre Pierre Dibi

Organo: Al Grande Organo, Guy Didier

- Ingresso: “Toccata en Ut” (J.Krieger)

- Offertorio: Corale “Abbi pietà di me o Signore Dio” (J.S. Bach) dai “corali Liepzig)

- Comunione: “Adagio” (Albinoni-Giazotto)

- Uscita: “Gigue” (G.F. Haendel). Trascrizione per organo Guy Didier.

Su wikipedia:

John Sebastian Bach

Johann Krieger

Georg Friedrich Haendel

Giazotto

Le altre omelie di Padre Pierre Dibi

Leggi anche: la FIP della settimana

Scarica (PDF, 568KB)

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *