Siate misericordiosi come il Padre vostro è misericordioso

fr flag
zh flag
en flag
it flag
pl flag
es flag
CLIQUER SUR LA LANGUE DESIREE

“Dio si aspetta che lo lasciamo amare attraverso di noi come ci ama all'infinito”.

Letture: Settima Domenica del Tempo Ordinario

“Siate misericordiosi come il Padre vostro è misericordioso”

“Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano...”

Questo testo del Vangelo è uno dei più difficili. Perché è difficile, o piuttosto molto esigente vivere il Cielo sulla Terra. Eppure è di questo che si tratta. Pensate a Massimiliano KOLBE, o ai monaci di Tibhirin e a tanti altri.

No, la Parola di Gesù non è un discorso di moralità, è la rivelazione dell'Amore perfetto di cui Dio ama l'uomo e della speranza sconfinata che Dio mette nell'uomo.

Gesù ci invita a vivere un amore illimitato perché Dio ci ama con amore sconfinato.

Chiedendoci di “amare i nostri nemici, fare del bene a coloro che ci odiano”, Gesù ci rivela chi siamo figli, di quale vita divina e di quale Spirito siamo animati e di quale amore sconfinato siamo creati.

Chiedendoci: “Siate perfetti come il Padre vostro è perfetto” o “Siate misericordiosi come il Padre vostro è misericordioso”. Gesù non ci impone una perfezione impossibile da raggiungere. Egli ci invita a osare credere nella nostra immensa capacità di amare, noi che siamo creati a immagine e somiglianza di Dio.

“Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano...”

Se fosse una morale, un comandamento, un vincolo, saremmo come schiavi sotto il dominio divino.

E saremmo convinti dell'incapacità fin dall'inizio.

Ma questo è il Dono di Dio, la Fonte che Egli ha depositato nei nostri cuori.

La Buona Novella del Vangelo è che il cuore dell'uomo è capace di amare come Dio e quindi non c'è felicità più grande di quella dell'amore e del perdono nella via di Dio.

“Voi sarete - disse Gesù - figli dell'Altissimo. “

Per vivere questa pagina evangelica, dobbiamo prima percorrere una via di liberazione interiore. Gesù ci mostra come trovare in noi l'immagine di Dio, come trovare le nostre origini. Gesù ci scopre un sentiero, un orientamento. Ci manda un invito urgente ad amare, ad amare sempre meglio.

Pochi giorni prima del tempo della Quaresima, il Signore ci chiama a perdonare senza limiti. Propone un programma di vita che è più di un'etica comportamentale, che è più di un appello alla rinuncia. Ci offre un programma di vita che è un cammino di fede. Ciò che ci rende cristiani è sovramisura. Più supera il ragionevole, più cristiani perfetti ci rende. Non temiamo le dismisure nella nostra vita dei credenti. Perché si aprono a una trasfigurazione della nostra vita quotidiana.

Ricordate che il Vangelo ci aveva riservato le sorprendenti beatitudini di Gesù la scorsa settimana. Oggi, il commento che fa sembra andare oltre i limiti e il buon senso: “Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano...”

Amare non significa solo astenersi dal danneggiare il tuo avversario, come David dà l'esempio in prima lettura, ma rispondere al male con il bene, anche se non c'è reciprocità. Rompere il circolo infernale della violenza, della vendetta, delle rappresaglie. È Dio che ispira tali atteggiamenti. Ed è Dio che dà forza e capacità di viverli.

Bene, senza aspettare l'inizio del tempo della Quaresima, iniziamo ora, con l'aiuto di Dio. Diamo uno sguardo coraggioso ai nostri quartieri e lavoriamo, sui conflitti di eredità e alleanza all'interno delle nostre famiglie, sulla vita della nostra comunità e della Chiesa.

Quello che Dio si aspetta da noi è che gli lasciamo amare attraverso di noi come Egli ci ama all'infinito.

La Buona Novella di questa Domenica è che lo Spirito di Dio ha sancito in ogni cuore umano la capacità di amare come Dio ci ama! Il nostro amore per gli altri deve corrispondere sempre più all'amore di Dio per noi, cioè all'amore infinito e misericordioso.

Padre Christophe Hermanowicz

Omelia

Organo: Al Grande Organo, Guy Didier

Decima suite in MI (G.G. Nivers)

- Ingresso: “Preludio”

- Offertorio: “Fuga”

- Comunione: “Basse tromba”, “Cornetto”

- Rilascio: “Choral en Trio” (Cristo giaceva nei legami della morte) (J.S. Bach)

Su wikipedia:

Guillaume-Gabriel Nivers

John Sebastian Bach

Le altre omelie di Padre Christophe Hermanowicz

Leggi anche: la FIP della settimana

Scarica (PDF, 560KB)

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *