Lo Spirito Santo vi insegnerà tutto

fr flag
zh flag
en flag
it flag
pl flag
es flag
CLIQUER SUR LA LANGUE DESIREE

“Un cuore di carne è un cuore che si permette di essere completamente trasformato, trasfigurato dall'Amore misericordioso e gratuito di Dio.”

Letture: Domenica di Pentecoste

“Lo Spirito Santo vi insegnerà tutto” (Giovanni Capitolo 14)

Celebriamo la Pentecoste, la venuta del fuoco dello Spirito Santo, il dono di Dio, il dono libero del Suo Amore, che è una persona divina a sé stante, e che è la Vita della nostra anima. La vita eterna della nostra anima. Senza lo Spirito Santo, nessuna Vita Eterna! Senza lo Spirito Santo, nessuna Chiesa!

Un suono dal cielo, una folata violenta di vento, lingue di fuoco... queste sono le realtà che orchestrano la venuta dello Spirito Santo in questa festa di Pentecoste!

Tuttavia, questa svolta non è un successo di teatro! Dalla risurrezione (Luca 24,49) e prima di salire in cielo, Cristo promise ai suoi apostoli: “Riceverai la forza, quella dello Spirito Santo... che vi renderà testimoni” (Atti 1,7-8).

All'inizio, quando Dio creò il cielo e la terra, c'era già una questione di “Spirito del Signore che si librava sulle acque”, un po' come un personaggio misterioso alla ricerca di una pista d'atterraggio...

Alla Pentecoste, il Soffio Divino troverà finalmente, dentro di noi, una terra di benvenuto?

La risurrezione di Cristo trova il suo compimento mediante il dono dello Spirito. E questa venuta si manifesta vividamente, invitando tutti noi a partecipare pienamente alla nuova creazione inaugurata dal Cristo Risorto.

Come una forte raffica di vento, il dono dello Spirito viene a sconvolgere la nostra vita e a frantumare le nostre abitudini e certezze.

Poiché è un soffio di vita, un respiro che rinnova tutto l'universo, ha la capacità di attraversare le mura della dimora stessa degli apostoli.

Il suo potere creativo va ben oltre le mura: vuole cambiare il nostro cuore da pietra a cuore di carne.

Un cuore di carne è un cuore che si permette di essere completamente trasformato, trasfigurato dall'Amore misericordioso e gratuito di Dio. Solo un tale Amore Misericordioso può rendere ciascuno di noi nuovi esseri completamente rinnovati dal Cristo Risorto.

Come un suono dal cielo, il dono dello Spirito ci risveglia dal sonno. Ci fa passare dalla paura alla rassicurazione; dalla timidezza all'apertura e alla solidarietà; dalla ritirata all'audacia di condividere la nostra fede. Ci dà il coraggio di parlare e di testimoniare, nel cuore di questo mondo, la speranza che ci spinge. Ma ancora di più, ci dà l'intelligenza per passare dal disaccordo alla conoscenza e all'armonia; dal tradimento alla benevolenza e all'ascolto reciproca, rispettando le nostre differenze e accogliendo le nostre rispettive ricchezze.

Come una fiamma, il dono dello Spirito fa rivivere in noi il desiderio di annunciare la Parola di Dio, di annunciare la Gioia del Vangelo. Le lingue del fuoco, segni provenienti dall'alto, diventano parole chiare sulle labbra dei messaggeri (questo è il significato del termine APPOSTOLOS = apostolo).

Grazie allo Spirito Santo, il Verbo proclamato nelle nostre Chiese, o all'interno delle nostre famiglie, gruppi di preghiera, gruppi di condivisione... diventa una vera Luce sulla loro strada, una fiamma d'Amore nei loro cuori, una vera notizia, una buona novella nella loro vita.

E, fondamentalmente, non è quello che vogliamo tutti, quello di cui abbiamo bisogno? Una Parola nutriente e lenitiva.

Una Parola che ci ricrea e ci insegna a tessere relazioni umane vere e profonde; una Parola che ci dà la forza per superare gli ostacoli che incontriamo nella nostra vita quotidiana; una Parola che ci permette di comunicare senza artefici e di posizionarci chiaramente; una Parola che ci permette di vivere come uomini e donne salvati.

Lo Spirito è quella Presenza che può dare un senso alla nostra vita a volte complessa. Lo Spirito non sostituisce Gesù, ma Lui gli dà il suo giusto posto nella nostra vita.

Lo Spirito, questo Soffio di Vita in pienezza, rimarrà sempre, per noi, il Consolatore, il difensore, “la dolce schiera delle nostre anime” mentre cantiamo. Ostia divina, è il maestro interiore che ci insegna e guida i nostri passi all'indomani di Gesù Cristo, “Via, Verità e Vita”.

Gesù è reso presente da noi, in noi, cristiani... Che responsabilità, quale fiducia è riposta in noi!

Cari fratelli e sorelle, il cinquantesimo giorno dopo Pasqua è la festa della pienezza che celebriamo.

È il compimento dell'opera creativa di Dio, il completamento del piano divino Trinità per noi. Attraverso il dono dello Spirito Santo diventiamo i templi dello Spirito Santo.

Essere il tempio dello Spirito Santo è un immenso onore per l'uomo. Questa è la più grande grazia che ci sia mai stata data. Ci sono tre cose di cui l'uomo può veramente essere orgoglioso: la prima è essere amati dal Padre; la seconda, essere stati assunti dal Figlio, redenti dalla sua morte; la terza, essere il tempio dello Spirito.

È qui che risiede la vera dignità dell'uomo, frutto dell'amore del Dio Trinitario, e questa dignità è grande. Un dono e una missione alla volta.

Preghiamo, in questa festa di pienezza, affinché lo Spirito del Signore si diffonda su ogni uomo e su tutta l'umanità, affinché la luce della Trinità ci illumini tutti, affinché il piano salutare del Creatore sia pienamente realizzato per ogni essere vivente e che tutti noi partecipiamo alla gioia infinita del Padre, Figlio e Spirito nel regno eterno.

Padre Christophe Hermanowicz

Vangelo e omelia

Organo: Al Grande Organo, Guy Didier

- Ingresso:

- Offerta:

- Comunione:

- Uscita:

Su wikipedia:

John Sebastian Bach

Wolfgang Amadeus Mozart

Antonio Vivaldi

Felix Mendelssohn

Geremia Clarke

Le altre omelie di Padre Christophe Hermanowicz

Leggi anche: la FIP della settimana

Scarica (PDF, 161KB)

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *